Mente, cosmo e Caterina Barbieri (Note a margine sparse)

Se ad ogni costo si dovesse indicare quale sia stato il disco più rappresentativo del 2019 si risponderebbe senza esitazione ‘Ecstatic Computation’ (Editions Mego, 2019) di Caterina Barbieri. Un’opera cosmogonica, capace di saldare i sentimenti individuali alle leggi che regolano l’armonia dell’universo.

Leggi tuttoMente, cosmo e Caterina Barbieri (Note a margine sparse)

Il miglior disco hip-hop del 2019 è ‘Scialla Semper’ di Massimo Pericolo

Lo si afferma con entusiasmo e decisione: ‘Scialla Semper’ (Pluggers/Lucky Beard, 2019) di Massimo Pericolo è il disco hip-hop del 2019 più significativo sulla scena. Tra le centinaia di uscite che hanno invaso il panorama hip-hop italiano durante l’anno (alcune delle quali più che ottime come ’40’ (Guna/Urbana Label/Sony) di Quentin40) il disco in questione schizza al primo posto. Il racconto sincero e intimista, il sentimento di coesione, la capacità di rielaborare correnti e stili eterogenei sono solo gli elementi in superficie di un disco che segna un punto di non ritorno eclatante.

Leggi tuttoIl miglior disco hip-hop del 2019 è ‘Scialla Semper’ di Massimo Pericolo

Magdalene / FKA twigs. Lacrime avant-pop

La lunga attesa per il secondo lavoro dell’artista inglese FKA twigs, all’anagrafe Tahliah Debrett Barnett, giunge finalmente al termine. Sorprende non poco che un disco come ‘MAGDALENE‘ (Young Turks Records, 2019) venga riconosciuto tra le uscite più succose nel panorama _pop. Eppure nemmeno troppo. Le delicate sonorità del disco si allontanano decisamente dalle bizzarre decostruzioni di ‘LP1’ (Young Turks Records, 2014) ai fini di abbracciare un’estetica tanto intimista, quanto in linea con sonorità ormai ben radicate nella mente degli ascoltatori contemporanei. Grazie inoltre alla partecipazione di artisti ormai noti al grande pubblico quali Nicolas Jaar, Arca e Future.

Leggi tuttoMagdalene / FKA twigs. Lacrime avant-pop

Scena Rave indonesiana. ‘HOXXXYA’ di Gabber Modus Operandi

_wtf?

La sensazione durante l’ascolto di HOXXXYA (SVBKVLT, 2019) è quella di trovarsi incatenati a un missile sulla pista di lancio. E ci si chiede costantemente da dove accidenti provenga un disco così intriso di follia. Quando si scopre che gli autori sono originari di Bali e che non solo esiste una scena rave indonesiana, ma addirittura un intero movimento hardcore-punk/metal è subito shock culturale. Questo articolo si propone di districare, per quanto possibile, la caotica visione artistica di Gabber Modus Operandi.

Leggi tuttoScena Rave indonesiana. ‘HOXXXYA’ di Gabber Modus Operandi

Lee Gamble / Glue

‘Glue’ (Hyperdub, 2019) è l’ultimo singolo di uno dei personaggi più interessanti di Hyperbub. La ormai celebre casa discografica fondata da Kode9 conquista un artista che dire fondamentale è dire niente. Lee Gamble è stato un tassello essenziale per la scena Jungle londinese negli anni ’90. Forse è proprio per questo che una traccia come ‘Glue’ catapulta lo spettatore in un improbabile contento da club.

Leggi tuttoLee Gamble / Glue

Holly Herndon / PROTO

L’ultimo lavoro di Holly Herndon “PROTO” (4AD, 2019, 44’) entra immediatamente tra gli album più significativi degli ultimi anni. Dopo essere stata considerata la paladina della musica hi-tech con l’uscita di “Platform” (4AD, RVNG Intl., 2015) Holly Herndon dimostra che l’utilizzo dell’intelligenza artificiale Spawn nel processo di creazione della sua musica non è un mero accessorio. Ma anzi, il punto nevralgico dei temi e dei sentimenti che l’autrice mette in campo. “PROTO” è la storia di un simbionte che vive esclusivamente in relazione alla sua creatrice. 

Leggi tuttoHolly Herndon / PROTO

L’astratto parco divertimenti dei Battles

Battles sono attivi da una quindicina d’anni, hanno pubblicato quattro dischi e girato tutto il mondo; eppure anche le riviste specializzate, sia che affrontino l’argomento ‘musica elettronica sperimentale’, sia che si occupino di musica più ‘tradizionale’, come il Rock and Roll e quant’altro, non riescono a collocare la band in nessun canone, nessuna etichetta, nessuna definizione; e per questo nessuno è disposto, a quanto sembra, a prendersi l’onere di raccontare chi siano, che cosa facciano e provare a descrivere cosa trasmetta la loro musica. In questo articolo si cercherà di dare una prospettiva che riesca a mettere insieme alcuni elementi d’interpretazione del loro astratto parco divertimenti sonoro.

Leggi tuttoL’astratto parco divertimenti dei Battles

The Comet Is Coming alla conquista dell’immaginario contemporaneo

Autore:Fabrice Bourgelle

The Comet Is Coming sono tra gli artisti più attesi che si esibiranno all’edizione del 2019 di Club To Club (Torino – 30 Ottobre / 03 Novembre). Il trio si è imposto negli ultimi anni sulla scena jazz londinese e sono stati definiti i legittimi eredi di Sun Ra, personaggio che, dagli anni 50 fino alla morte avvenuta nel 1993, ha profondamente scolpito l’immaginario musicale jazz con il suo racconto fantascientifico del cosmo. Ma chi sono The Comet Is Coming? Da dove provengono? E perché stanno causando il collasso di un intero immaginario? 

Leggi tuttoThe Comet Is Coming alla conquista dell’immaginario contemporaneo